Come programmare i tuoi tweet su Twitter gratuitamente

Twitter è una grande piattaforma per una grande varietà di scopi e persone. È ottimo per umoristi e comici per fare battute. È ottimo per le notizie in pillole dei giornalisti e della gente comune. È ottimo per fare rapidi annunci di prodotti. È ottimo per segnalare i tempi di inattività dei servizi e il supporto. Aziende, influencer, amplificatori e profani lo usano tutti con grande effetto.

Inutile dire che ci sono un sacco di strumenti gratuiti disponibili per aiutarti a gestire un profilo Twitter, con vari gradi di automazione. Alcuni di essi non fanno assolutamente nulla se non mettere funzioni avanzate davanti alle tue dita. Alcuni permettono di programmare i post e pubblicarli automaticamente al momento giusto. Alcuni di loro genereranno anche dei post per voi, e tracceranno i risultati di ricerca per hashtag o parole chiave, per pubblicarli in risposta. Nella maggior parte dei casi, questa può essere una tecnica black hat, ma non sempre.

Twitter stesso dà un buon esempio di automazione nel loro documento sulle migliori pratiche. Per esempio, una compagnia aerea potrebbe rispondere automaticamente con tariffe e un link ogni volta che qualcuno ha twittato due località e una data.

Ovviamente, hanno linee guida severe sull’automazione in quella stessa pagina. Una qualsiasi delle miriadi di spambot che rintracciano i tag e cercano di convincere le persone a seguire il loro terribile account o a usare il loro terribile servizio tendono ad essere contro le regole. Anche la maggior parte dei bot che inviano DM sono contro le regole.

Per fortuna, oggi non stiamo parlando di automazione completa. Quindi qual è la differenza?

L’automazione è l’atto di permettere a un’applicazione di fare tutto per te. Per esempio, impostare un bot che prende il tuo feed RSS e pubblica il link ogni volta che pubblichi qualcosa di nuovo sul tuo sito web è automazione. Non è una cattiva automazione, ma è comunque qualcosa che puoi fare personalmente per dare un tocco più personale al posting.

L’automazione che include il seguire e l’unfollowing degli utenti, o twittare alle persone quando usano una parola chiave, è generalmente considerata spam. Disdire gli utenti in particolare può essere molto dannoso, e Twitter può anche sospendere il tuo account per averlo fatto.

Alcuni livelli di base di automazione vanno bene per i marketer, ma dovrebbero sempre essere integrati dalle tue azioni. Se lasciate che il posting automatico domini il vostro uso dei social media, non state effettivamente usando o essendo sociali su quel media. Taglialo fuori.

Al contrario, la programmazione è una forma minore di automazione che fondamentalmente dice “ecco un post che voglio fare; fallo per me all’ora X”. È un modo per pianificare in anticipo e ottenere un sacco di contenuti di marketing prima del tempo, o un modo per promuovere i tuoi contenuti automaticamente mentre usi Twitter per altre cose lungo la strada.

In definitiva, la pianificazione è una parte minore del tuo marketing. Anche se usi la programmazione, devi essere disponibile per quando le persone postano in risposta, in modo da poter continuare le conversazioni. Ancora una volta, Twitter è sociale, e questo significa che la comunicazione sul sito deve essere bidirezionale.

Indice nascosto

Pro e contro della programmazione

Ci sono molti vantaggi nel programmare i tweet. Per prima cosa, ti fa risparmiare tempo. Non devi modificare il tuo programma in base a quando i tuoi tweet devono essere pubblicati; puoi scriverli e programmarli quando è conveniente farlo e quando hai l’ispirazione per fare il lavoro.

La programmazione aiuta a mantenere il tuo profilo Twitter fresco e attivo, anche quando non sei necessariamente in giro. Alcuni dei contenuti meno coinvolgenti che usi come riempitivo possono essere postati tramite la programmazione, solo per assicurarti di avere almeno un tweet al giorno, per mantenere un livello minimo di attività.

Ovviamente, la programmazione ti permette anche di capitalizzare su, beh, un programma. Se hai fatto le tue ricerche, sai che ci sono momenti ideali per postare su Twitter, e non puoi essere sempre presente in quei momenti. Tuttavia, attraverso la programmazione, è possibile assicurarsi che un post venga pubblicato, e si può rispondere al coinvolgimento più tardi, quando si ha la possibilità. Questa è anche la bellezza di un’applicazione mobile; puoi fare le tue risposte in movimento.

D’altra parte, i tweet programmati hanno il potenziale di sembrare falsi e sbiaditi. Le persone spesso si accorgono quando un post viene fatto automaticamente, in particolare se non siete in giro per impegnarvi, e il loro interesse cala.

C’è anche il caso più pericoloso in cui un tweet programmato coincide con qualche evento che lo rende molto sfortunato. Per esempio, qualche anno fa un account affiliato alla NRA ha pubblicato un tweet programmato che, di per sé, è abbastanza banale. “Buongiorno, tiratori. Buon venerdì! Piani per il fine settimana?” Non c’è assolutamente nulla di sbagliato in quel tweet. A meno che, naturalmente, non sia programmato per essere pubblicato solo poche ore dopo una tragica sparatoria di massa.

La maggior parte dei marchi che pubblicano solo i propri contenuti non si imbattono in questo problema, ma a volte viene fuori, e significa che la vostra programmazione ha bisogno di una stretta visione d’insieme per assicurarsi che tutto sia approvato.

Tools per programmare i tweet

Ci sono, come ho detto, una tonnellata assoluta di strumenti diversi che è possibile utilizzare per Twitter. La maggior parte di loro permette la programmazione come una semplice aggiunta ai loro altri servizi, anche se alcuni sono progettati per la programmazione e poco altro. Diamo un’occhiata alle tue opzioni e vediamo come si impilano, va bene?

Twitter stesso. Twitter ora ti permette di programmare i tweet direttamente dal sito. Tuttavia, al fine di farlo, è necessario registrarsi per un account pubblicitario. Questo è gratuito e non comporta alcun obbligo, ma ha un inconveniente fastidioso: ti invieranno e-mail dopo e-mail cercando di farti usare gli annunci. Se non hai intenzione di pagare per gli annunci su Twitter, è facile irritarsi per queste e-mail ripetute.

Il vantaggio di utilizzare Twitter nativo per programmare i tweet è che, beh, non hai bisogno di avere un account separato con qualsiasi altro servizio, non devi preoccuparti dell’aggiornamento del servizio e della perdita di contenuti o di rotture, e hai accesso a tutti i contenuti degli annunci di Twitter se decidi di passare al marketing pagato. D’altra parte, non ti dà davvero molti vantaggi extra oltre alla programmazione e agli annunci.

TweetDeck. TweetDeck è stato inizialmente creato come una piattaforma per il monitoraggio dei feed in riquadri su Twitter, utile per la gestione di Twitter a basso livello, ma non molto di più.

E’ essenzialmente solo Twitter in un display innovativo. Tuttavia, Twitter ha acquisito la piattaforma e l’ha inserita nel proprio dominio e server. Non hanno aggiunto molte caratteristiche, quindi hai ancora le capacità che hai su Twitter, solo in un formato diverso.

Tweet dinamici. Questo è un sistema di pianificazione molto semplice che richiede la registrazione di un account e l’approvazione della loro app.

Il livello base è gratuito e ti permette di avere fino a 20 tweet programmati in qualsiasi momento. È possibile ottenere la programmazione ricorrente, il caricamento di massa, un numero illimitato di tweet programmati, il testo spinnable, il monitoraggio del traffico, e alcune interessanti funzioni di tweet automatizzati dal vivo, ma tutti questi costano. In realtà, possono costare una quantità significativa di denaro. Fino a 25 dollari al mese per il livello premium, e anche di più per le imprese. Questa opzione è buona per un livello base di programmazione, ma non fa nulla gratuitamente che Twitter non faccia.

FutureTweets. Questo è simile all’opzione precedente, tranne che non è necessario creare il proprio account con loro, è sufficiente autorizzare la loro applicazione sul tuo account Twitter.

Anche loro non hanno un sacco di funzioni, ma hanno alcune caratteristiche divertenti, come la capacità di utilizzare il testo capovolto. Sono, tuttavia, dipendenti dall’API di Twitter, che è stato conosciuto per cambiare. Sono stati giù per un po’ l’anno scorso quando Twitter ha fatto un cambiamento che da allora è stato ritirato, e hanno rimosso la possibilità di pubblicare tweet ricorrenti perché Twitter ha inviato loro un avviso che era una violazione dei termini di Twitter.

Quindi, uh, tenetelo a mente se i tweet ricorrenti è qualcosa che volete fare. A Twitter non piace e lo considera spam. Mentre potresti non essere punito immediatamente per averlo fatto, stai rischiando il tuo account.

HootSuite. Hootsuite è una delle più grandi e conosciute piattaforme di gestione dei social media nel mondo. È incredibilmente potente e può connettersi con una vasta gamma di reti sociali, tra cui Twitter, YouTube, Instagram e LinkedIn.

Oltre alla pianificazione, hai alcuni strumenti di automazione sulla fine dello spettro white hat. Avete il monitoraggio dei feed e il monitoraggio delle conversazioni su diverse reti. La versione gratuita di HootSuite consente fino a tre profili sociali, ti dà l’analisi e la programmazione di base, ti dà accesso ad alcune applicazioni di base per espandere le caratteristiche della piattaforma, può agganciarsi a due feed RSS ed è sicura con crittografia SSL. Per funzioni più estese, dovrai pagare. Detto questo, la funzionalità espansa vale davvero la pena se ti trovi a crescere oltre i limiti della versione base gratuita.

SocialOomph. Questo è un altro servizio che devi creare un account per usarlo, e avrà bisogno di autorizzarsi anche nei confronti di Twitter.

È basato sul web, e ti dà capacità di programmazione, così come il monitoraggio delle parole chiave, il salvataggio delle bozze, l’accorciamento degli URL, e si aggancia a un massimo di cinque account. Ci sono anche un mucchio di caratteristiche a livello professionale, ma richiedono un pagamento di 18 dollari al mese.

In alternativa, hanno una versione solo per Twitter che ti limita solo a Twitter piuttosto che le loro caratteristiche sociali ad ampio spettro, ma aumenta le capacità di Twitter. Sono 14 dollari al mese, pagati su base bisettimanale.

Twuffer. Questo è un sistema di buffer per Twitter, che consente di comporre e programmare i tweet e… tutto qui.

Da non confondere con Buffer per Twitter, Twuffer è una versione molto semplice e di base del sistema di pianificazione. L’unica ragione che mi viene in mente per usarlo rispetto alla versione nativa di Twitter è perché si desidera un’interfaccia diversa e più semplice di quella che Twitter fornisce attraverso il sistema di annunci.

Buffer. Buffer è, naturalmente, un altro dei sistemi più robusti.

La loro versione gratuita funziona con Twitter, Facebook, Google+ e LinkedIn, e permette fino a un account per piattaforma. Permettono fino a 10 post programmati per piattaforma alla volta, e ti danno alcune caratteristiche aggiuntive come un’estensione per il browser, un’applicazione mobile, un creatore di immagini, e lo strumento di tempistica ottimale.

Tra tutto ciò che Buffer fornisce, lo strumento di tempistica ottimale è legittimamente la cosa migliore che offrono. Tutto il resto può essere trovato in una forma o nell’altra attraverso altre piattaforme, ma questo non è solo speciale ma eccellente. Tutte le informazioni sui tempi dei social media che quasi tutti i brand usano provengono dagli studi e dalle metodologie di Buffer. Perché non saltare l’intermediario e usare solo il loro strumento?

Buffer ha anche un sacco di upscaling che possono fare. Se vuoi più profili sociali, membri del team, un limite di post programmati più alto, integrazione di Pinterest o analisi, puoi ottenerli per vari livelli di pagamento, da $10 a $400 a seconda delle tue esigenze.

Dopo.io.

Nota: Da settembre, questo sito non si carica più.

Questo è un servizio nuovo, non perché fa qualcosa di speciale, ma perché lo fa in un modo nuovo.

Questo sistema è un’applicazione che si autentica su Twitter come le altre, ma piuttosto che usarla per twittare, si inviano e-mail a un indirizzo che il servizio ti dà. Quando si invia il tweet programmato via e-mail, lo pubblicano all’ora desiderata. Puoi programmarne fino a 15 in una volta sola.

Lo svantaggio principale è che non hai un controllo preciso sui tempi esatti. Ci sono fasce orarie specifiche per i post, e sono i primi ad arrivare, senza alcun modo di riordinare l’ordine dei tuoi tweet. È tutto molto elementare, ma la capacità di sparare un’e-mail e ottenere il tweet pubblicato è abbastanza nuovo per menzionarlo in questo post.

Quindi, come potete vedere, ci sono un sacco di opzioni disponibili per scegliere. Nel processo di ricerca di queste, mi sono anche imbattuto in una mezza dozzina di altre che non esistono più. Ci sono certamente altri là fuori se nessuno di questi soddisfa le vostre esigenze, ho solo cercato di scegliere una miscela di strumenti per le piccole imprese e soluzioni per le grandi imprese. Qui dovrebbe esserci qualcosa per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.